Saturday, 31 July 2010

Le Foto di Luglio

Ed anche quest'anno é arrivata la fine di Luglio. 
Mentre il resto dell'Europa giura solennemente che il prossimo anno le ferie al mare si faranno solo in Groenlandia, l'Ultima Thule si congeda dal suo unico, vero mese estivo con dei tiepidi 16 gradi, sopra lo zero, per fortuna. Per una come me, geneticamente e culturalmente programmata alle Ferie in Agosto, sembra semplicemente grottesco il pensiero che dal mese prossimo (cioé dopodomani) si ricominci il lavoro e ci si debba preparare a sprofondare nella bruma autunnale.
Ragion per cui, ancora una volta, raccolgo una serie di selvagge fioriture di Luglio e le uso per le Foto del Mese. Anche qui il titolo Erbario2 non sarebbe stato del tutto inappropriato. Data la tempistica, non vi meraviglierete di sapere che le immagini provengono in gran parte dalla stuga.

L'Epilobio (Epilobium, o Chamerion Angustifolium), qua detto Mjölkört, incendia con abbondanza i paesaggi agresti e non, e non sembra proprio a rischio d'estinzione:


 insieme all'Ulmaria, Älggräs, erba dell'alce (Filipendula Ulmaria):


Sulla spiaggia della stuga, un'altra specie di Selene, Strandglim (Selene Uniflora):


fa compagnia alla Salcerella (Lythrum Salicaria), o Fackelblomster, fiore torcia,


e a diversi esemplari di Angelica, o Strandkvanne, pianta pomposa almento tanto quanto il proprio nome (Angelica Archangelica litoralis):


Questa pianticella dai fiori dimessi, per qualche motivo a me sconosciuto é detta in svedese Erba dell'Amore, cioé Kärleksört (Hylotelephium telephium maximum), e pure lei infesta la spiaggia della stuga:


Le Campanule scelgono luglio come mese per esibire i propri colori. Qui sotto una Campanula glomerata (toppklocka):


una Campanula rotundifolia (Blåklocka)


e una Campanula rapunculoides (Knölklocka)


Non sapremo mai se i preziosi turbanti del Giglio Martagone (Lilium martagon, o Krollilja) sono arrivati qui alla stuga spontaneamente, o piantati da qualche operoso giardiniere:


I Tanaceti, o Renfana (Tanacetum vulgare), vengono spesso raccolti, essicati, ed appesi nelle case per infondere un lieve sentore aromatico:


Infine, si festeggia il primo lampone (Hallon)


Dopo aver abbondatemente nauseato i miei lettori con queste immagini vegetali, vi racconto di come le soleggiate mattinate estive portino ospiti inattesi, come questa famiglia di sedici membri di Oche del Canadá, o Kanadagås:


oppure una coppia di lepri, danzanti nel mattino intorno ad uno dei sorbi del giardino. Si notino sullo sfondo gli effetti dell'Operositá del Vikingo:


La nebbia (o una nuvola bassa?) agli irti boschi piovigginando sale:


e sotto il maestrale urla e biancheggia il mar (beh, non in questa foto, almeno):


Per poi lasciarvi, a sera inoltrata (il Sole si congeda ancora verso le 22), con certi tremendi tramonti:



10 comments:

Melcat said...

che spettacolo...anche qua nelle marche ci sono certi paesaggi mozzafiato, ma non ho mai il tempo e il modo di fotografarli...! appena riesco le pubblico sul mio blog!
Saluti

Sybille said...

Il tuo tramonto é davvero una meraviglia, giá al limite del kitsch! ;)
I fiori mi piacciono parecchio. Penso che questo é l'unico mese dove potrei immaginare di passare un po' di tempo lassú...
A questo punto, buon agosto!!

Anonymous said...

Quella spiaggetta privata è un sogno, anche tutto il resto, che fortuna! Comunque noi di famiglia abbiamo sempre fatto le ferie in luglio, i giorni più lunghi e caldi per poi lavorare in agosto, in ambienti silenziosi e quasi deserti, in Italia. Buon rientro e saluti da TV

sdonatelli77 said...

leggendo e a fine mese osservando con piacere il blog...gulp-slurp "spiaggetta privata", tramonti di un colore indescrivibile...cosa si deve sperare di più che èpoterseli godere certi piaceri !!!

Carla said...

Sottoscrivo i complimenti sovrastanti!! :)

Anonymous said...

Incantevoli!
Mauro da UD

Morgaine le Fée said...

Grazie a tutti!
In quanto alla spiaggetta privata (che privatissima non é a causa del diritto di passaggio svedese), é abbastanza normale se si ha una stuga sull'acqua: la gente é cosí poca, e lo spazio cosí ampio, che c'é posto per tutti!
E ci sono anche spiagge pubbliche, magari non attrezzatissime, ma con sabbia bianca e pulita e abeti al posto dei pini marittimi.

gattosolitario said...

Bellissimo, peccato sia cosi breve : ) Certo che é stata un'estate caldissima!

Eilan82 said...

Ma che M-E-R-A-V-I-G-L-I-A!!!!!!! *____*
I tramonti poi sono qualcosa di incredibile!!!!
Che invidia... -__-''

Patrizia Garzena said...

Anch'io, che pure già ero settata sulle vacanze a settembre nella mia Vita Precedente, mi sento un po' spaesata a pensare che ad agosto si torna a lavorare e non si va al mare!
Complimenti per il blog. E' uno dei pochi, tra quelli scritti da italiani in Svezia, che riesco a leggere senza farmi venire il mal di stomaco. ;) Un abbraccio dal Sörmland e lycka till! Patrizia

 
63°49'LatitudineNord © 2008. Template by BloggerBuster.