Tuesday, 17 August 2010

Indovinello

Vediamo un po' chi indovina cosa rappresenta questa foto:


Per aiutarvi, metto un paio d'indizi:
- lo svedese medio non immaginerebbe mai di poter fare qualcosa del genere.
- questo oggetto puó essere realizzato solo al posto giusto nel momento giusto.

Chi indovina vince... oddio non lo so che si vince, non ci ho pensato. 
Fatemici pensare. 
Ma non pretendete cucine a Montecarlo, appartamenti sul Colosseo o appuntamenti con procaci biondone/biondoni svedesi, che qua non c'é trippa pe' gatti, e siamo persone rispettabili.

26 comments:

Daniela said...

MMM difficile...spiedino di
patate caramellate?
uova sode rifritte?
pallette di cioccolato bianco?
:-)

Sybille said...

Stockbrot?!

cristina said...

spiedini di mozzarelle?

Pollon72 said...

Anche a me fanno venire in mente le mozzarelle... di bufala! :-)

SuomItaly said...

Spiedino di patate o di qualche altro tubero o "radici tuberose" :)

mihaela said...

spiedino di funghi??

Maxxfi said...

Sybille mi ha battuto sul tempo: anch'io dico pane allo spiedo.

Ma davvero lo svedese medio non immaginerebbe una cosa simile?

Anonymous said...

Funghi allo spiedo?
Giuseppe

Morgaine le Fée said...

Bene, sullo spiedino alimentare ci siete arrivati tutti!
E chi ha indovinato che é composto da qualcosa di vivente, ha detto giusto :D . Qualcuno ci ha visto piú giusto di altri, fuochino fuoco. Qualcosa di vivente che non si trova ovunque e sempre.

Adesso manca solo il nome della specie vivente che sta sullo spiedo (dire uova, o funghi, o tuberi, é troppo generico: di che specie si tratta?)
Va bene anche azzeccare la famiglia a cui la specie appartiene, o il nome comune italiano, o svedese (Maxxfi e suomitaly: se me lo dite in finlandese non capiró mai!).

(Mo che rompiballe che sono :D)

mihaela said...

I champignons? Che magari spontanei si trovano di rado.

Andrea said...

sono porcini??

Odysseus said...

Spiedino di Pane? o spiedino di palt? ma non sono viventi (se non il lievito del pane..?)...

Carla said...

Secondo me ha ragione Mihaela. Sembrerebbero funghi champignon...

Andrea said...

Io rimango sui porcini.. non erano il tipo di fungo che gli svedesi non riescono proprio a farsi piacere?
Poi però dalla foto non sembrerebbero..

Morgaine le Fée said...

No palt o pane (non sarebbe cosí bianco).
Niente porcini (sono marroni). Niente champignon. Gli champignon in Natura sono rari quassú (anche se ne ho visti ieri spontanei nel prato del Tribunale), peró li vendono a palate nei negozi e si trovano tutto l'anno. La cosa che ho messo sullo spiedo non l'ho mai vista in vendita, almeno qui.

Fuoco fuochino :)

Apro said...

Ciao,

spiedino di vescie?

http://www.sagraporcino.it/pages/vescia_jpg.htm

Alberto

Morgaine le Fée said...

Apro hai indovinato!
Qua la prima volta che ho solo raccolto le vescie mi hanno guardato malissimo, figurarsi farci uno spiedo! Poi il Vikingo é stato sulla fiducia e le ha assaggiate.


cosa vuoi vincere?

Apro said...

Beh, visto che di appuntamenti con procaci e disinibite svedesone non se ne parla (sigh), mi accontenterò della soddisfazione di essere arrivato uno!

Ciao e alla prossima,
Alberto

Daniela B. said...

Non sapevo si potessero mangiare!ma sono buoni? (penso di si, ovviamente, se no non li mangeresti mica..é che anche qui a Cuneo nessuno li mangerebbe mai!!)

mihaela said...

eeheheheh he heheh hehe... guarda... giuro... l'avevo pensato, anzi ero quasi sicura, però in Romania questi funghi che si trovano spesso nei prati, in linguaggio popolare si chiamano "scoreggia dei maiali" (scusate, scusate... è questo il termine) e nessuno li mangia, io giocavo spesso da piccola, per cui ho pensato: no, quelli non credo siano comestibili, quindi mi sono fermata sui champignon... vabbè, pazienza, la prossima volta vedro di azzardarmi di più. Ciao !!!

mihaela said...

Ecco cosa vuol dire i pregiudizzi... a volte bisogna pure provare... pensando quanti me ne sono persa... saranno pure buoni!!

Apro said...

mihaela,

da noi in Brianza si chiamano pit del luf (o pet de luf).
Il che fa sempre riferimento al loro "comportamento" quando sono maturi e pieni di spore: se li si schiaccia si ottiene una sbuffata di nebbia marrone che ricorda l'emissione di gas maleodorante dal lato B di qualche bestiaccia...

Se invece li cogli quando sono ancora giovani e bianchissimi, sono molto profumati e gustosi.
Non certo paragonabili a porcini ed altri funghi pregiati, ma comunque buoni.

Alberto

Morgaine le Fée said...

Ahah, Apro hai giá detto tutto sulle vescie! Anch'io le trovo buone, specie dopo averle fatte alla griglia e averci messo un po' di sale pepe olio e prezzemolo sopra. naturalmente, solo quelle freschissime.
Ce n'é una varietá che diventa enorme (frutti anche di alcuni Kg) che é molto pregiata, ma io mi devo accontentare di quelle grandi come un uovo.
@mihaela: dai, non lo sapevo! La morosa di mio papá é romena, le chiederó come si chiamano dalle sue parti, e se loro le mangiano.

ophmac said...

Note anche come "scorese del diaolo" dalle mie parti, non credo serva traduzione. Mihaela non ti preoccupare come vedi sembra esserci una certa sintonia internazionale sul termine.

Morgaine le Fée said...

Insomma, per stavolta gli svedesi sono un po' piú signori...
Qua si chiamano röksvamp(ar), cioé "funghi-fumo", sempre per via delle solite spore, ecc.

Maxxfi said...

Beh, in fondo nome scientifico della famiglia delle vesce è Lycoperdon ovvero, letterlmente... scorreggia di lupo.

 
63°49'LatitudineNord © 2008. Template by BloggerBuster.