Sunday, 30 January 2011

Le Foto di Gennaio 2011

Inizia un Anno e finisce un Mese. Ricominciano ad apparire le Foto del mese.
Anche stavolta, per ovvi motivi, la protagonista assoluta é una molecoletta semplice semplice, chiamata in gergo Acqua. Tuttavia, inizio le danze con un saluto alle feste natalizie, che con l'Epifania, o Trettondedag (tredicesimo giorno -dal Natale-) se ne vanno. Uno dei simboli svedesi per questo periodo é senza dubbio la possente inflorescenza dell'Amaryllus, che da noi, ovviamente, é sbocciato quando ormai il natale era giá finito da tempo:


E quindi arrivano altri Fiori, altrettanto graziosi, ma di certo piú effimeri:




Il prossimo passo verso il Mondo Macroscopico diventa il Fiocco di Neve. Quando essi raggiungono alcuni centimetri di diametro, vengono detti Lapphandskar, ovvero Guanti (di) Lappone:



L'Acqua, si legge, é incolore. Io direi anche bianca, almeno in certi casi:


La Luce del Sole, o quella della Luna per le anime piú dark, suggeriscono altre tavolozze:


L'Estate scorsa qualcuno che é passato di qua scrisse di apprezzare i tramonti. Dico peró che anche le Albe hanno certe qualitá cromatiche, specie se l'Aurora arriva nell'orario in cui si inizia a lavorare:


Ovvero, come coniugare in una stessa immagine il Bello e il Brutto dell'Ultima Thule:


Spalare la neve dai tetti riempie la luce dell'ora di punta con una pioggia di diamanti (oltre che a nascondere un certo meraviglioso panorama dietro sé).


Si riconosce la Nevicata Fresca da quelli che io chiamo i Coni Positivi (durante il Disgelo, attorno agli stessi rametti cresceranno i corrispondenti Coni Negativi, ovverossia buchi conici nella neve):


Dopo aver inaugurato questo post con alcune forme di Vita Vegetale, mi par opportuno terminarlo con alcune Bestie che si possono scorgere alle presenti Latitudini, ad esempio un paio d'esemplari di Homo et Femina Norrlandicus che cercano di imitare le prestazioni sportive di un certo Profeta palestinese:


Come assoluto finale vi lascio peró in compagnia di uno stormo di piú graziosi volatili, dal nome altrettanto poetico di Sidensvans (letteralmente : coda di seta, Bombycilla garrulus o anche Beccofrusone), qui ritratti mentre saccheggiano i sorbi davanti la stuga. Poiché il massimo che lo zoom ha consentito sono queste immagini grigiastre, é possibile che piú avanti posteró un ritratto dipinto, il quale possa rendere giustizia al delicato piumaggio di questi uccelletti. Sennó, se proprio non ci tenete a vedere i miei obbrobri, c'é sempre Google.

15 comments:

mugs for two said...

Sono incantata...

Lo so, lo so... magari se vedessi un simile spettacolo tutti i giorni (e soprattutto se provassi sulla mia pelle certe temperature) potrei quasi cambiare idea, ma... lasciami sognare ;-)

Buona nuova settimana!

Daniela B. said...

I fiori dei cristalli di ghiaccio sono stupefacenti..guarda che forme geometriche perfette!!!

gattosolitario said...

Belle come sempre : )

unitalianoinsvezia.com said...

Foto fantastiche, complimenti!
Comunque è verissimo: albe e crepuscoli qui in Svezia sono di una bellezza impressionante.
E, in generale, ti sembra di avere un cielo enorme e a portata di mano: ti sembra sempre quasi di poterlo toccare!

Anonymous said...

Morgaine Cherie, I miei complimenti per le foto, come per il blog bello e direi molto utile.
Dicevi delle donne...qui sono piuttosto libere e comunque mi sembra quello femminile un potere non palese ma forte e cortese.
Qui la sera rifresca, ed anche se oggi era meno dodici dopo il meriggiare la colonnina scende molto al di sotto, insomma ci vuole il golfino.Il blog che consigli non credo sia possibile perche` conosco quasi che nulla della Siberia.Sarebbe quindi difficile per me parlarne visto i pochi giorni che sono qui.E dovrei restarvi piu` a lungo per poter avere materiale con il quale
nutrire – per cosi` dire- il blog.
Invece a giorni partiro` attraversando taiga, tundra e steppa.
Ho incaricato il palafreniere di tenersi pronto e il geografo di preparami vari percorsi.
Mi hanno risposto con il loro solito modo brusco che hanno in Buriazia…la servitu` non e` piu quella di una volta ma la virtu` sta nel mezzo lo so...lo so.Temo per I cavalli, dovranno mangiare lungo il percorso, anche se la loro non e` proprio fame, ma quel leggero languorino che prende la sera ed il mattino.
Inchino e baciamano
An.om. (Anonimo omonimo)

/Alessandro said...

Ma che belle foto, mi fai quasi apprezzare 'sto clima che abbiamo qui! :-)
Ma poi quella ricetta a base di maiale?

190.arch said...

Le foto dei fiochi sono fantastiche, mai visti in vita mia!
Grazie : )

Anonymous said...

Wow! Mauro da Ud

Beatrice said...

bellissima la sesta foto !

Giulia said...

Che belli quegli uccellini con il ciuffo, da noi non si vedono! In compenso è pieno di cinciallegre.
Mi piacciono molto anche le foto dei cristalli di ghiaccio (proprio degne di una chimica, devo dire!)

Mina said...

Bellissime foto, bellissimi paesaggi, acqua meravigliosa e "bianca"!
Buona serata

Morgaine le Fée said...

Intanto, grazie a tutti/e per i gentilissimi commenti.
Adesso che ho una macchina fotografica decente non potevo lasciar passare i cristalli di neve: ho un debole da sempre per le loro forme uniche e aggraziate.

@Anonimo omonimo (siberiano): ti auguro un buon viaggio attraverso tundra steppa e taiga. Qui, rispetto a te, siamo in condizioni praticamente tropicali, visto che un paio di gradi addirittura sopra lo zero ci hanno riempito le strade di infido ghiaccio per almeno tutta l'ultima settimana.
@Alessandro: la ricetta col maiale non era entro il 6 febbraio? saró puntualissima, appena il Mezzovikingo mi da' tregua la divulgheró! ;)
@Giulia: ti diró, mentre gugglavo i beccofrusoni per sapere come si chiamano secondo Linné, sono incappata in una pagina in cui venivano descritti come "volatili tipici del Norrland". le cinciallegre invece spopolano anche qui, e sono pure quelle bellissime.

Balto said...

Foto belle come sempre.
Al sud della Svizzera rimpiangiamo neve o per lo meno pioggia.... siamo impestati da polveri fini e c'è il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (fate un po' voi, solitamente tale problema lo abbiamo in estate...)sinceramente preferirei le vostre condizioni meteo ma come si dice non si può avere tutto....

Eilan82 said...

Belle, belle, belle!!!!! Come sempre!!! :D
In particolare la stradina innevata all'alba (o al tramonto?)! E poi... che cieloooooo! *__*

merendasinoira said...

ciao! grazie per la sottoscrizione! ti ricordo che nel post trovi il codice per l'inserimento del banner e che la scadenza iniziale per domani 6 gennaio, è stata prorogata senza limite. Sarà quindi possibile pubblicare un post dedicato all'iniziativa con o senza ricetta anche nei giorni seguenti e segnalarne il link nel post da me. A presto!

 
63°49'LatitudineNord © 2008. Template by BloggerBuster.