Saturday, 18 May 2013

Abitudini da cambiare

Come tutti forse (non) sanno, qua nel Regno Gialloblú se vi mandano una raccomandata, é molto probabile che dobbiate ritirarla al supermercato, oppure ad un vicino distributore di benzina, luoghi che di solito sono aperti anche in orari e giornate inusuali.
Fatto sta che oggi ho fatto un salto al distributore, perché un fogliettino ficcato nella nostra buca delle lettere indicava che c'é posta per me. Vabbé ecchécimporta, risuona nella mente di chi ha letto fin qui.
A chi ha visitato queste pagine in precedenza, m'é capitato di raccontare altre volte l'epilogo di fatti e decisioni costate l'attesa di nove mesi. Perció, qui arriva l'ultima puntata del processo iniziato appunto un nove mesi fa e descritto in questo post: l'invio della domanda per avere la cittadinanza svedese e quindi, finalmente, poter iniziare la mia scalata per la Presidenza del grigio Paese degli Alcolizzati Depressi. 
Gli sviluppi sono stati, in successione, questi:
- dopo un mesetto dalla mia ansökan, decido che rivoglio il mio passaporto, che non si sa mai che abbia voglia di farmi qualche viaggetto. Incredibile ma vero, é stata sufficiente una telefonata e 3-4 giorni d'attesa per rivedermelo a casa.
- un mese fa mi arriva una graziosa letterina del solito Migrationsverket, la quale suona all'incirca cosí:
rispediscimi quel tuo passaporto, che abbiamo scavato nella pila di ansökan, e abbiam ritrovato la tua. Ma ti é servito, poi? Su, raccontaci se ti sei fatta qualche giretto al di fuori della TuaProbabileFuturaPatria (qua ci annoiamo e ci piacerebbe qualche descrizione di luoghi esotici)
E poi senti, ma noi non abbiamo mica capito se tu qua hai un permesso di soggiorno permanente o no. Mica per niente siamo il Migrationsverket, eh. Fatti mandare una carta dal tuo datore di lavoro che indichi che non sei stata qua a sbafo negli ultimi cinque anni, e se sei stata a sbafo, chiedi la stessa carta all'ufficio occupazione (Arbetsförmedling) o alla mutua (Försäkringskassan).
Conoscendo il basaltico tempismo del MV, telefono direttamente all'ufficio indicato per aver rassicurazioni:
-Ciao belli. Mi avete richiesto il passaporto. Dal momento che voglio diventare svedese, potete immaginare che io dopo Midsommar vado in ferie con la famigghia, esattamente come tutti i buoni svedesi fanno, e il documento mi serve.Voi ce la fate prima d'allora?
-Uh, certo!
-E poi, capisco che vogliate sapere se io un lavoro ce l'ho. Ma, visto che siete una Myndighet, non potevate chiedere direttamente a Skatteverket, che vi forniva tutti i dati aggiornati in tempo reale e anche di piú, invece di farvi mandare una carta dal mio datore di lavoro?
-Ehm sí, effettivamente. Maaa, queste sono le regole. Eeehm, credo sia per la privacy.

L'ultima spiegazione é abbastanza esilarante, ma decido di non fare obiezioni. Dopotutto, potrebbe essere la stessa tizia che sta al telefono con me a decidere dei miei destini.

Il risultato finale di questa specie di gravidanza é una busta minimal, spedita ad un distributore di benzina durante un maggio straordinariamente torrido e contenente il mio passaporto italico, insieme a questo foglietto un po' piú bellino:


A questo punto siamo in tre in famiglia ad avere la doppia cittadinanza. Il Vikingo, forte della sua vera et unica (mica comprata come la mia!), ha proposto un brindisi serale, elencando poi i miei nuovi Doveri di Cittadina:
- mangiare solo pane di tipo knäckebröd, con su spalmati 100 grammi di burro a fetta.
- assicurarmi sempre della presenza del burro in frigo, in quantitá adeguate.
- alimentarmi, almeno 3-4 volte a settimana, con macaroni, falukorv e ketchup, e dire che sono buonissimi, volevo dire, jättegott.
- se qualcuno dovesse ispirarmi ira e disappunto, smetterla di esprimere sentimenti come una volgare mediterranea qualsiasi. Dire solamente 'bara bra' e poi denunciare la persona in questione allo Skatteverket. Dopotutto, quando quelli rumano, salta sempre fuori qualcosa.
- Almeno una strofetta dell'inno nazionale te la devi imparare.
- Smettila di rifiutarti di cantare smågrodorna attorno al palo di Midsommar.

azz.





35 comments:

gattosolitario said...

Benvenuta nel club! Certo ora vedo che piano piano i bloggers italo-svedesi stanno tutti facendo la stessa cosa :)

Daniele Purrone said...

Fantastico! Congratulazioni!

Maxxfi said...

Pozdravlyayu!
Firmato Yelena Chagaeva :-D

SuomItaly said...

Congratulazioni!!
Io però avrei esitato se nel pacchetto fosse stato realmente incluso 3-4 pasti alla settimana a base di macaroni :)

CeciliaChristine said...

E nelle regole non c'è scritto nulla di ubriacarsi e possedere boccioni di vodka a decorare il salone manco fossero vasi di fiori?

Silvia said...

Grattis ! Tra un po' tocca anche a noi mandare la letterina al Migrationsverket... :D

Sybille said...

Congratulazioni!!

ChristianM said...

Mi sa che l'unico ad essere nato svedese ma ad aver perso la cittadinanza all'etá di 22 anni sono io...
Credo dovrei risolvere questa questione assurda prima o poi... Forse dopo l'estate, vediamo un pó..
Complimenti a te cmq!

Christian

gattovi said...

Storgrattis! :-)
La Svezia si sta riempiendo di italici con la doppia cittadinanza!

Quelli del MV, farebbero meglio a tenere d'occhio i blog italo-svedesi, giusto per avere un'idea di quanto lavoro li aspetti :-)

Dulcamara said...

LoL, da perfetto cretino stavo per scriverti se avevi cambiato nome in Svezia... Congratulazioni! Ho visto che hanno usato la piccola guida turistica padovana a cavallo della rana come copertina per una rivista cinese famosa! Ricongratulazioni a te e al nipotastro! Un abbraccio.

Morgaine le Fée said...

Grazie a tutti, e in bocca al lupo a chi rifará l'esperimento :)
Ai due Gatti: infatti farebbero prima a leggere i blog degli expat in Svezia per pianificare le risorse.
@maxxfi: ahah! sai che l'ho pensato anch'io?
@Suomitaly: per fortuna non sono arrivati a questi punti. Ma ho letto su Wikipedia che in Francia agli svedesi expat si richiedeva di saper cantare smågrodorna tra i test per non perdere la cittadinanza.
@Cecilia: gli svedesi direbbero che le bottiglie di wodka sono un test per la cittadinanza finnica :)
@Christian: la tua vicenda é proprio singolare. Mi stai facendo venire il dubbio se potrebbe accadere ai miei figli una volta adulti. In bocca al lupo, comunque!
@Dulcamara: ahah, sai che potrei farlo? Qui c'é un sacco di gente che cambia nome. Ma sono pigra e c'é troppa burocrazia dietro.
E sí, il Mezzovikingo ha avuto il suo inconsapevole momento di gloria. Avrebbero potuto anche avvisarmi, peró. Speriamo che tu possa fare un salto qui, finalmente.

Giulia said...

Certo che si capisce subito che sei una terrona immigrata... gli svedesi veri hanno almeno 4 o 5 nomi sul passaporto. Dovresti chiamarti qualcosa come Morgaine Astrid Linnea Le Fée (il cognome francese va bene, visti i legami storici)
@ gattosolitario: secondo me il Migrationsverket non ne può già più degli italiani, diversi nostri conoscenti di recente arrivo hanno avuto difficoltà enormi per ottenere la registrazione e il personnummer, nonostante lavorino...

Morgaine le Fée said...

@Giulia: mi sorprende parecchio che facciano problemi agli italiani, visto che é una nazione EU da cui di solito arrivano lavoratori con qualifiche alte (istruzione universitaria). Potrebbe anche dipendere dal singolo funzionario del Migrationsverket locale.

In quanto a me, basta guardarmi in faccia per vedere che sono una terrona immigrata :D

gattovi said...

Sei gia andata alla polizia per farti il passaporto giallo-blu? Io ci andai 2 giorni dopo la ricezione del magico documento e alla domanda se volessi l'"IT" apposto dopo il mio italico paese natio con l'inutile acca, risposi con un determinato "no!"

unitalianoinsvezia.com said...

Morgaine, vieni a farti un giro sul mio blog... ;-)

Daniele

Morgaine le Fée said...

@gattoVi: ci devo pensare, ho speso una pacca di soldi l'anno scorso per rinnovare quello italiano e vorrei un po' ammortizzare la spesa. Comunque in questi giorni Vikingo e Mezzovikingo devono rinnovare il loro, chiederó alla Polizia se posso averne due diversi a casa, ahah.

@Daniele: sono invidiosa, ma molto contenta per te! :D

Giulia said...

Morgaine, si tratta di persone diverse in città diverse, l'unica cosa che hanno in comune è che non sono arrivati come lavoratori dipendenti ma hanno aperto un'attività in proprio (che ha già clienti e funziona). Io mi sto chiedendo se sia un caso, dovuto magari al fatto che hanno cambiato qualche procedura o qualche regola di recente e gli uffici sono lenti a implementarla, oppure se ci sia dietro un intento protezionistico.

Morgaine le Fée said...

@Giulia: Potrebbe essere la seconda che dici, a pensar male, oppure c'é maggiore sospetto nei confronti di chi ha un'attivitá (ti fanno aspettare apposta un po' per vedere se intanto riesci veramente a tirarla avanti).
Quando ero appena arrivata e ho avuto bisogno del personnr, é venuto con me, sia da Migrationsverket che da Skatteverket, un collega che aveva mansioni amministrative nel mio gruppo, come mentore diciamo, e la procedura s'é velocizzata parecchio.

Giulia said...

Purtroppo non conosco bene le leggi europee ma mi viene da pensare che se uno ha un organisationsnummer e quindi registra le fatture e paga le tasse in Svezia, sia illegale che non possa registrare la residenza e di conseguenza usufruire dei servizi come sanità, ecc.. Dovrebbe far parte dei diritti di libera circolazione all'interno della UE (Kata??)
Io ho avuto bisogno del mentore quando, per motivi di lavoro, ho dovuto fare la carta di identità svedese... perché solo chi ha già un documento svedese può farsi rilasciare un documento svedese :D

Anonymous said...

Ciao é la mia prima volta che commento. Mi chiamo Isabella e sono danese, e ho 2 bambine di 5 e 7 anni. Complimenti per il tuo blog!! Vorrei sapere da dove scrivete questo blog?

Anonymous said...

Ma ora che hai ottenuto la cittadinanza svedese hai anche la cittadinanza italiana? Per i tuoi figli come la mettiamo, anche loro hanno la cittadinanza svedese o italiana?
Men nu när du har fått en svenskt medborgaskap du har en som italienska? För dina barn vad sägs om,de har också en Svensk medborgare eller italienska?



Morgaine le Fée said...

@Giulia: é assurdo sí (tanto piú in paesi dell'area Schengen), comunque anche nell'UK c'é (o c'era ) un sistema contradditorio per registrarsi, nel senso che ti rilasciavano il permesso di soggiorno se potevi mostrare copie di bollette, affitti, eccetera, quando contemporaneamente per avere un affitto o un cotratto dovevi mostrare di avere un permesso (almeno da quanto mi avevano raccontato).
@Isabella: ciao e grazie! Io scrivo da una cittadina sulla costa della Svezia settentrionale, la cui collocazione si ricava dalle coordinate del titolo del blog ( é facile :D ).
In quanto alla cittadinanza (immagino che anche il secondo commento sia tuo): in base ad accordi tra Italia e Svezia, acquistando la cittadinanza dell'una non perdi la cittadinanza d'origine. I miei figli hanno dalla nascita cittadinanza doppia per diritto di sangue, dal momento che il padre é svedese.

Daniele Purrone said...

Io so che hanno stretto parecchio sul personnumer e l'immigrazione, complicando le cose, dopo le ultime elezioni. Il dietrologo in me ritiene che sia una risposta al successo dei Demokraterna, o per arruffianarseli (nel caso dovesse servire mai il loro voto) o per dimostrare qualcosa ai loro elettori. So che anche mie colleghi non italiani (ma comunque europei e assunti) hanno avuto ritardi col personnumer.
Al momento la Svezia fa tantissima selezione all'ingresso (dove ha dovuto solo cambiare i regolamenti interni agli enti e non le leggi, che sono più complicate) ma tiene ancora un atteggiamento piuttosto morbido sulla cittadinanza tramite normalizzazione.
Dopo le prossime elezioni potrebbe non essere più così, se la pronosticata crescita dei Demokraterna si dovesse realizzare.
Io sono contento di avere ottenuto la cittadinanza prima. :-D

Per quanto riguarda la doppia cittadinanza, fra Italia e Svezia è un accordo piuttosto recente (una decina d'anni, se non ricordo male). Prima acquisendo l'una perdevi l'altra.

Daniele Purrone said...

@morgaine, ho controllato. I tuoi bimbi non possono perdere la cittadinanza, essendo nati in Svezia (nel caso non lo fossero, non possono perderla comunque, dato che hanno vissuto in Svezia prima dei 22 anni).

Morgaine le Fée said...

@Daniele: grazie :) pensavo anch'io che i bambini la dovrebebro conservare, ma dopo il commento di Christian mi era venuto il dubbio.

Io sono abbastanza dietrologa sulla REVA, fatta secondo me non tanto per trovare veramente dei clandestini (si vede da quanto pessimo era il metodo), quanto per dare l'impressione che questo governo ha una linea decisa nei confronti dell'immigrazione, e quindi cercare di arginare l'emorragia di elettori verso gli SD. Potrebbe essere benissimo cosí anche per i permessi di soggiorno, come suggerisci tu.

a questopunto sono contenta anch'io di aver preso la cittadinanza prima. Certo che fare difficoltá anche ai cittadini dell'area Schengen mi pare un po' troppo, dopotutto non sono quelli che sono percepiti come una minaccia da certi svedesi.

Daniele Purrone said...

Si, penso anch'io che per la REVA sia lo stesso discorso.
Però pare che qualche efficacia ce l'abbia... Leggevo che a Malmö hanno avuto un 25% di espulsioni in più, da quando la hanno applicata.
Poi certo, il sistema è molto discutibile.
Dal punto di vista pratico, l'unica situazione di cui ho avuto testimonianza è che hanno rotto una volta le scatole ad un mio collega arabo (ma, comunque, cittadino svedese).

Per quanto riguarda il fatto che complichino le cose anche agli schengeniani, penso che sia dovuto alla "coscienza" svedese: non possiamo rompere le scatole solo agli extracomunitari, se no ci sentiamo razzisti. :-P

Fiammetta said...

Congratulazioni!
L'anno prossimo di questi tempi faró domanda anche io. :-)

Anonymous said...

Io abito in Norvegia,ad Asker. Hallo jer er Mary Julia

Morgaine le Fée said...

@Daniele: la tua ultima affermazione non fa una piega :)
@Fiammetta: in bocca al lupo! e spero che non diventi piú difficile per te, come Daniele pronostica.
@Mary Julia: hej på dig! sei molto vicina ad Oslo, vedo.

unitalianoastoccolma said...

Congratulazioni anche da parte mia! ;-)

Andrea said...

Grattis!!
Le buone notizie arrivano sempre da Norrköping. ;-)
Fra i tuoi doveri non esiste "mangia qualunque piatto con una sås a parte"?

Per il Personnummer io sono uno di quelli che ha avuto problemi ad entrare.
Vero che al momento della richiesta ero senza lavoro, ma una volta avuto il contratto definitivo la procedura é comunque rimasta incagliata per parecchio.
Poi, una volta avuto io, quello di tutti gli altri é arrivato in un batter d'occhio.
Per la cittadinanza mancano ancora 4 anni, vedremo cosa succede nel frattempo.

Ancora complimentoni!

Morgaine le Fée said...

@Andrea: per fortuna che il Vikingo non legge il blog, sennó avrebbe avuto una richiesta in piú :D
Immagino che tu sia una delle persone citate da Giulia, che hanno avuto problemi, i commenti qui sopra di Daniele sono interessanti a riguardo, secondo me.
Proprio ieri ho visto un video di svt su un greco-svedese, nato e vissuto in Grecia ma con madre svedese, che ha problemi enormi ad ottenere il personnummer (a dire il vero non so come mai il tizio non abbia direttamente la cittadinanza, forse dovevano scegliere tra l'una e l'altra). Mi chiedo che direttive abbiano al MV sull'argomento.
Speriamo che ti/vi vada meglio con la cittadinanza, a questo punto, semplifica parecchio la vita.

Arya said...

Ciao! sono appena arrivata in Svezia e sto ancora in pieno caos burocratico. Non se le aspettava nemmeno il marito svedese tutte queste difficoltà... e dire che che ho sempre detto che pur di non dover mai più passare da un consolato italiano avrei volentieri cambiato nazionalità alla prima chance. Comunque io ho imparato ad amare/accettare quasi tutte le abitudini culinarie svedesi, ma su macaroni, köttbullar e ketchup regolarmente rischiamo il divorzio.

Morgaine le Fée said...

@Arya: dato il tuo nick, ed essendo io una fan di Game of Thrones, mi verrebbe da risponderti: "winter is coming", al posto di un comune benvenuto.
le tue disavventure burocratiche non mi stupiscono, gli svedesi sono riusciti ad essere veramente efficienti su alcuni aspetti, per poi scivolare verso la catastrofe in alcuni altri, Il mio Vikingo non é affatto sorpreso da ció. Ti auguro buona fortuna di cuore, penso comunque che le cose miglioreranno quando le difficoltá base saranno superate.
Per quanto riguarda la culinaria, io ho accettato a malincuore diversi compromessi, nel mio caso per non farmi ripudiare dai miei figli :D per fortuna, le köttbullar di mia suocera sono veramente buone.

arya said...

Winter is coming indeed! Fan di Game of Thrones risponde all'appello! Grazie del benvenuto, penso anche io che queste difficoltà siano soprattutto nella fase iniziale. Del resto, prendo molto in giro gli svedesi ma la verità è che io tra di loro mi sono sentita subito a casa, anche quando li frequientavo come comunità expat in Germania. Mi piacciono pure le köttbullar, è solo il ketchup sulla pasta che non mi va giù!

 
63°49'LatitudineNord © 2008. Template by BloggerBuster.