Sunday, 9 September 2012

Qui c'é solo la Mezza Stagione


Chi capita in queste Lande Virtuali sa che un tempo usavo pubblicare le cosiddette Foto del Mese, poi diradate a Foto di Stagione essendo i Motivi piú o meno sempre i soliti.
Probabilmente, quindi, ci sará chi ha notato che quest'anno le Foto della Primavera non sono mai arrivate, e nemmeno quelle dell'Estate, e adesso siamo ormai nel profondo Autunno, e ancora niente. Una delle ragioni, a parte il fatto di avere due minorenni per casa che desiderano guarirmi dall'Internet-dipendenza, é che nel 2012 é stato tremendamente arduo separare la Primavera dall'Estate. La prima é sbocciata precocemente, per poi indugiare in un eterno stato molliccio e tiepiduccio; dell'estate infine non si é saputo piú molto, se non fosse stato per la durata della Luminositá notturna.

Ad esempio, oltre ai raffreddori mensili che non ci hanno abbandonato da Febbraio, altrettanto mensili sono state le Nebbie di Avalon Ultimathuliane.



Tornando indietro di un poco, Aprile ha regalato le sue consuete Visioni gelate: Trine di Cristalli e Tavoli di Vetro. Nonostante il Mare si sia aperto con notevolissimo anticipo quest'anno, é sufficiente che le temperature notturne scendano sotto i -5 per ricostruire qualche lastrone.



Ma venne un giorno di Maggio, in cui il mondo si scongelava a poco a poco


e venne la Luce (ma non ancora le Foglie, eh)



cosicché anche le solite Lepri potevano osare di perdere, un pochetto, il loro candido mantello  invernale:


Questo morbido e delicato leprottino, da tenere nel cavo delle mani, ha abitato brevemente da noi, in una fessura del garage. Il suo soggiorno é stato seccamente interrotto dal gatto dei vicini, che l'ha azzannato senza tanti complimenti sotto i miei occhi, un paio di settimane piú tardi. Dalla foto si capisce che si fidava troppo a farsi avvicinare.



Qui sotto il medesimo leprottino sulla spiaggetta, mentre cerca di infastidire una coppia di Anatidi innamorati:



Chi invece non si fa intimidire dal Gatto dei vicini...


...é questa Volpe. Nel nostro Angolo di Favole, il Gatto e la Volpe si scrutano e s'intendono.
La foto é quella che é, anche perché l'incontro é avvenuto verso la mezzanotte, e l'illuminazione é fioca. Mica vorrete anche il sole di mezzanotte?




La Luce, veloce é arrivata, e altrettanto veloce scompare. I tramonti infiammano di nuovo il cielo, e tra poche settimane faran loro eco le foglie e le bacche dei Sorbi.



Quando alla fine di Luglio la prima Amanita fa capolino ai margini della strada, allora si sa che l'Estate é ormai un ricordo. Nel giro di qualche giorno gli altri due Segni dell'Autunno -le prime foglie gialle delle Betulle e la condensa sull'auto- si manifesteranno, e allora sará il caso di accendere la brace nel caminetto della stuga.




8 comments:

CeciliaChristine said...

Bellissime foto, soprattutto per me che sono tornata a vivere nel 'deserto' spagnolo. Qua invece dei leprotti ci sono le cicale e ora ho tutte le finestre spalancate e il naso attappato per l'umidità ... E questo non è stato uno degli anni più caldi!

Marika said...

Che bello!!! Mi manca sempre la natura svedese.
Baci

Eilan82 said...

Eccoleeeeeeeeee!!! Sono tornate le foto, evvivaaaa! :D:D:D:D
Bellissime come sempre, ovviamente!
In particolare:

- La prima e l'ultima delle nebbie di Avalon :P
- L'ultima della luce (prima del leprottino)
- i due tramonti come sempre spettacolari! *__*

Belle, belle, belle!!! *__*

Milkfree said...

Che bella la volpe!!come siete fortunati a vivere così a contatto con la natura..

ilGot said...

Ok, ci stai convincendo a tenere anche noi un blog da Mariestad, in riva al lago Vànern...anche se obiettivamente gli spunti di interesse di questa cittadina in riva al lago finirebbero presto ;)

Morgaine le Fée said...

@ilGot: eh, perché no? Credete che all'Ultima Thule ci sia molto di piú? :D
E in bocca al lupo col kolonilott. Almeno voialtri avete un po' piú di fortuna col clima!

bianca said...

Che belle foto! Io sono estramamente affascinata da quei luoghi, e i tramonti! *___*

giorgio giorgi said...

La poesia non ha confini, è dappertutto, basta averla salvata dentro di noi per vederla anche fuori in tutta la sua bellezza...

 
63°49'LatitudineNord © 2008. Template by BloggerBuster.