Sunday, 20 May 2012

The Days After




Insomma, la Frittata ormai é fatta. 
Come avevo descritto in due post precedenti (qui e qua), avete preparato la Bomba, l'avete deflagrata in un hotel di lusso detto BB (che non é il Big Brother, no), e infine vi siete ritrovati, per punizione, con le Conseguenze pratiche della vostra sciagurata Lussuria. Il risultato é, manco a dirlo, una devastazione nucleare della Pace familiare e dell'Ordine precostituito casalingo.
Il Mezzitalico ha ormai piú di quattro mesi, non accenna a togliersi di dosso l'affettuosissimo epiteto di Ciccione, e gli strascichi del suo arrivo continuano a dare un contributo favoloso a quell'inevitabile Processo detto Aumento dell'Entropia dell'Universo.
I giornali svedesi continuano a loro volta ad esporre graziosi ritratti impomatati, versione giornale locale (ne scrivono di piú onewaytosweden qui) della Principessina al Trono, mentre voi pensate che sicuramente i suoi genitori avranno tutta una schiera di Esperti di Puericultura a disposizione giorno e notte, giocattoli liberi da bisfenoli e altro Personale specializzato che pulisce la reggia, raccatta i principeschi vomitini, fa i bucati e mette a disposizione delle Loro Regalitá trucco e parrucco per debellare occhiaie, ventri flaccidi e sciatteria puerperale.

Il Genitore svedese medio, detto anche Medelsvensson, come se la cava, invece?
Allora, eravamo rimasti che la Puerpera e la Creatura venivano dimesse dal reparto maternitá, o BB, giusto il giorno prima della terribile Montata Lattea, situazione in cui spesso si manifesta il Fenomeno delle Tette Giganti di Marmo, apprezzatissimo dai Neopapá e molto meno dalle Neomamme. Le Barnmorskor del BB, che lo sanno, lasciano alle seconde il numero di telefono del BB ("chiamaci se hai problemi col latte, siamo sempre qui"), e la raccomandazione di contattare quanto prima il proprio consultorio (Vårdcentral) di fiducia.
In quest'ultimo é giá stata assegnata una Barnsköterska (infermiera pediatra) per la cura della Macchina da Urli che vi siete sistemati in casa.
In altri Paesi all'Avanguardia succede che il servizio sanitario nazionale vi manda a casa qualcuno per aiutarvi nelle piú disparate faccende nei primi tempi di vita del neonato. 
In Svezia, terra del Rispetto della Privacy, di Madri indipendenti, e di Padri a casa in congedo due settimane piene dopo la nascita, questo non é contemplato. Tuttavia, questo resta un Paese in cui l'investimento dello Stato é inversamente proporzionale all'Etá del Cittadino, (quando sarete vecchi e bacucchi la situazione sará invece mortificante) e perció esistono parecchi servizi, tutti gratuiti, per garantire il benessere dei piú piccini. Perfino al pronto soccorso vi faranno passare subito senza troppe storie, se é un Infante a sentirsi poco bene.
Cosí, pochi giorni dopo la nascita, la barnsköterska di fiducia va a trovare la neofamigliola per domandare come va, consegnare un ulteriore plico di istruzioni per la Cura e la Vaccinazione dell'Animaletto, piú uno scarno libriccino dove annotare i dati di crescita e gli Accadimenti salienti.
La neomadre, se é italica, come primissima cosa chiede scusa per il disordine, un po' per retaggio culturale e un po' perché non si sa mai che non vengano i Servizi Sociali e mi portino via la Creatura (i Servizi Sociali svedesi sono rinomati tra il proprio popolo per una sfilza di decisioni tremende, seconde per cattiveria solo a quelle prese dal Migrationsverket). 
La Barnsköterska risponde inneffabile che del disordine non ne gliene cala di meno, mentre con un occhio di lince ispeziona il neonato. Alla domanda come va, gli ingenui neogenitori, che non hanno ancora fatto in tempo a sperimentare l'emozione delle Coliche, rispondono con un sorrisone che la Creatura é un angioletto. La neomadre accenna con vergogna mediterranea alle tette di marmo e ad un certo fastidio nelle zone basse, ma viene reindirizzata prontamente al numero di telefono del BB, e alla Barnmorska che l'ha seguita nei nove mesi precedenti.
La suddetta Barnmorska vi rivedrá dopo circa 6-7 settimane per ispezionare le sorti del Pertugio, decidere se dovete mettervi a dieta, rimembrare insieme il parto e la permanenza nel BB, e discutere di eventuali metodi contraccettivi. Lí scoprirete che le ostetriche del BB hanno registrato nel giornale e consegnato ai posteri, con meticolosa perfidia, ogni dettaglio delle vostre lamentele di puerpera imbranata. Una delle domande di rito prevede anche la fatidica: pensando a questa gravidanza e parto, lo rifareste? (come se invece la vita col Poppante fosse ininfluente ai fini della risposta).
Quest'ultimo tornerá al consultorio con cadenza settimanale per almeno un paio di mesi dopo la nascita, pesato, misurato ed ispezionato come un vitellino d'allevamento modello, questo per vedere se sta mangiando a sufficienza e se tutto é a posto. A due mesi ci sará anche un/a pediatra per altri test addizionali (la qualitá di queste ispezioni mediche é affidata alla botta di fortuna, da quel che altri genitori mi han riferito: il pediatra di riferimento non ve lo han fatto scegliere), mentre a tre mesi parte la prima ronda di Vaccini. Se avete origini terrone riceverete il severo monito di vaccinare la Creatura anche contro epatite B e tubercolosi. Non prendetela troppo come iniziativa razzista e kränkande (aggettivo usato diffusamente in Svezia per descrivere diverse forme di abuso, discriminazione e denigrazione): mia suocera racconta che ai suoi tempi anche le svedesissime madri dovevano sottoporsi a test ed esami per la TBC. Pare che il pericolo stia tornando attuale.
Successivamente le visite saranno diradate, piú o meno una al mese. Verso il secondo mese c'é la lodevolissima iniziativa di far compilare alla neomamma due questionari, dove potrá raccontare se il partner usa violenza domestica, e se la depressione postpartum sta facendo il suo lavoro. In quest'ultimo caso potreste essere reindirizzate a qualche psicologo della mutua, ma siccome in pratica le casse della Sanitá dell'Ultima Thule sono disastrate, non succederá nulla.

Cosí passano i mesi, la madre torna al lavoro, e spesso il padre subentra nelle cure parentali giá verso il settimo mese, quando ormai la parte piú impegnativa sta passando e l'allattamento esclusivo non é piú una necessitá impellente. È allora che i neopadri, per la fortuna delle neomamme, diventano ben consapevoli che la Cura del Poppante non é una gran passeggiata, nonostante l'invidiabile welfare del Regno.
Per questo, e per altri motivi correlati, mi auguro proprio che non venga mai approvata una recente proposta dei Kristdemokraterna, di abolire quei due mesi di congedo obbligatori per l'altro genitore, qualunque sia (per amor di pignoleria, quei due mesi non sono strettamente obbligatori ma, se quel genitore non ne usufruisce, vengono persi, e viene perso il sussidio correlato. Altre informazioni a proposito le avevo raccolte in questo post).



14 comments:

TopGun said...

"La suddetta Barnmorska vi rivedrá dopo circa 6-7 settimane per ispezionare le sorti del Pertugio, decidere se dovete mettervi a dieta, rimembrare insieme il parto e la permanenza nel BB, e discutere di eventuali metodi contraccettivi."

LOL

La Francese said...

congratulazioni! e come vi capisco! qui siamo a + cinque! e sembra che il bello debba ancora venire!

CeciliaChristine said...

Mi hai fatto morire dal ridere! :-)

Anonymous said...

Un collega ha ricevuto la visita della barnmorska poche settimane fa.
Quest'ultima ha criticato le scelte lavorative dei neogenitori, invitandoli a non pensare troppo alla carriera ora che hanno un figlio. E poi ha chiesto: "ah, avete colleghi danesi... andate spesso in Danimarca?"
e loro, come tutti quelli che vivono a Malmö: "Beh, ogni tanto a Copenhagen..."
al che la barnmorska ha fatto loro un pippone assurdo sul fatto che andare in Danimarca non va bene se si hanno figli piccoli perché i danesi bevono troppo e la cosa potrebbe influenzare il neonato. Non scherzo mica.

bixx

/Alessandro said...

Io sono stato a casa 5 mesi sia con il primo che con il secondo. Purtroppo ho avuto la sfortuna di farmi sempre l'inverno...

Morgaine le Fée said...

@TopGun: :D comunque credo che anche in Italia facciano uguale.
@La Francese: e congratulazioni anche a voi! Oh sí, si puó anche dire che il bello non finisce mai, o comunque almeno fino all'adolescenza :)
@CeciliaCristine: :D
@Bixx: confesso che la mia prima reazione é stata una risata, perché anche il Vikingo la smena spesso, ma con ironia, con sta storia dei danesi e dell'öl.
Eccerto, comunque, che la tizia a sto punto poteva consigliare direttamente un bel trasloco in Arabia Saudita: alcolici vietatissimi e almeno una dei genitori ben chiusa in casa a rancurarse il ceo. Vuoi mettere?
Scherzi a parte, ma come si permette? Nei panni del tuo collega avrei cambiato immediatamente barnsköterska, visto che si puó fare.
@Alessandro: Piú o meno come il Vikingo, forse lui arriva ai 6 con le ferie. Sto giro anche lui si fa l'inverno, tanto quassú arrivano a farselo entrambi i genitori, indipendentemente dal mese di nascita... :)

Giulia said...

A parte che mi sto ancora rotolando dalle risate...

"giusto il giorno prima della terribile Montata Lattea, situazione in cui spesso si manifesta il Fenomeno delle Tette Giganti di Marmo, apprezzatissimo dai Neopapá e molto meno dalle Neomamme"

in seguito al quale fenomeno viene spesso emanata la Ferrea Legge del Guardare Ma Non Toccare, assai meno apprezzata dai Neopapà!

Capitolo Vaccinazioni per Terroni: Il nostro infermiere pediatrico è così "corretto" che nemmeno ci ha proposto la vaccinazione per l'epatite B, sono io che ci sto pensando adesso, visto che la bimba passerà dei periodi in Italia.

Inutile dire (Morgaine e Bixx) che concordo riguardo all'infermiera impicciona. Ma roba da matti. Chissà cosa avrebbe detto vedendo la dispensa degli amari a casa nostra (che siamo anche noi a rischio Social Tjänst? - il disordine poi, ormai è cronico e stratificato)

Pensate che, all'opposto, dove lavoro un paziente ha sporto reclamo perché ha trovato "kränkande" il consiglio di smettere di fumare (cioè, tu vai a farti un esame per problemi di cuore, se il medico non ti dice di smettere di fumare non fa il suo lavoro, non so se mi spiego) e un altro perché si è offeso che gli hanno chiesto quanti alcolici beveva (che era una domanda del tutto legittima, parlando della sua salute, visto che certe malattie di cuore sono causate dall'alcool).

"spesso il padre subentra nelle cure parentali giá verso il settimo mese, quando ormai la parte piú impegnativa sta passando" qui non so, per la mia esperienza il periodo dai 6 mesi all'anno e mezzo è il più impegnativo (eccetto subito dopo il parto quando devi riprenderti dallo shock): il pupo inizia a comunicare e muoversi e quindi a richiedere molte più attenzioni personali. Richi in quel periodo ha iniziato a dormire anche peggio di prima e Martina a dormire male, e i denti, e i primi raffreddori, e quando iniziano a gattonare non li puoi perdere di vista un mezzo secondo che si mangiano il filo del tostapane...

Anonymous said...

@Morgaine e Giulia: anche secondo me la barnsköterska in questione era sbarellata. C'é da dire che noi skånski, i terroni di Svezia, siamo bombardati da continui allarmi sulla disgustosa Danimarca e sullo stile di vita debosciato dei suoi abitanti.

A me la Terribile Montata Lattea fa spavento, evoca immagini apocalittiche, tipo la New York ghiacciata del film the Day after tomorrow. Uno tsunami di latte che monta all'orizzonte. Roba cosí. Brrr.

Eilan82 said...

Stupendo post, come sempre! :)
Certo che 'sti bambini in Svezia vengono seguiti e rigirati come calzini ogni 3 secondi, eh? :P

Mel Katt said...

come sempre fantastico post!e sto ancora ridendo!

gattosolitario said...

Ci dovresti scrivere un libro su queste cose :)

Morgaine le Fée said...

@Giulia: sul dormire non dico niente, perché nel nostro caso é un concetto puramente teorico sin dai primi giorni d'etá di entrambi i pupi. Per me personalmente sono stati i primi mesi quelli durissimi con entrambi, dal momento che avevo pochissima interazione emotiva coi neonati. Poi é diverso da persona a persona, ovvio.
Comunque sul 'kränkande' mi hai dato una bellissima idea: se qualche medico mi dirá di smettere con la cioccolata magari lo/la citeró anch'io per comportamento kränkande, che dici? :D. Allucinanti i due tizi, spero proprio che non abbiano dato loro ragione (dopo la sentenza di Gallävare sugli insegnanti, dubito di tutto)
Ah, e la dispensa degli amari: mi sa che dovete nasconderla! :D
@Bixx: qui mi apri un mondo. Io ero convintissima che tra danesi e Skånski ci fossero alte affinitá elettive e che volessero riunirsi e fare una Nazione insieme. perché hanno questa opinione? È solo per l'alcol o anche altro?
Il Vikingo vorrebbe assolutamente raccontare ad un giornale danese gli imbarazzanti consigli di vita parentale di quella barnsköterska. Tu che dici? partirebbe la guerra?
@Eilan: abbastanza, si compensa col trattamento non proprio gentile riservato agli inutili anziani :(
@Mel Katt: grazie! :)
@Gattosolitario: grazie, ma credo di lasciar cadere l'idea: il settore blog-libri mammeschi é altamente inflazionato, e ormai ci sono diverse mamme in giro (come Machedavvero?) che scrivono molto meglio di me e hanno fatto i quattrini coi loro libri derivati dal blog.

Giulia said...

Morgaine, secondo me per la cioccolata puoi invocare la libertà di religione :P

Per i tizi offesi: quando arriva un reclamo del genere, se non si tratta davvero di un disservizio o peggio di un errore, la prassi è rispondere con un messaggio del tipo "siamo molto spiacenti che si sia verificata un'incomprensione, la ringraziamo della segnalazione, lavoriamo continuamente per migliorare il servizio ecc", di solito la cosa non ha seguito (io veramente li manderei a quel paese ma poi passo per il medico insensibile e paternalista)

Sulla parte più difficile del congedo, volevo solo spezzare una lancia in favore dei papà. Credo anch'io che sia molto molto individuale. A me è successo quello che descrivi con Richi neonato, ho presente com'è. Poi forse io vivo un po' male il periodo successivo in cui il pupo si "locomotizza" perché noi, con un campo visivo in due, facciamo più fatica del normale a sorvegliarli e anche l'aumento di lavoro (pappe, sporco, malattie ecc) è più difficile da gestire.

Uno struccotto al Ciccione :)

Eilan82 said...

Oddio, cioè? Come vengono trattati gli anziani in Svezia? O_O''

 
63°49'LatitudineNord © 2008. Template by BloggerBuster.