Monday, 15 August 2011

Mangiar Bene e Tipico all'Ultima Thule

Ogni tanto qualcuno dei miei conoscenti non Ultimathulesi manifesta l'insano desiderio di venire a farmi visita qui, a 63 gradi e qualcosa di latitudine nord. Ció che é insano non é tanto il fatto in sé di venire a trovarmi (cosa che dalla sottoscritta é sempre accolta con piacere), quanto lo stesso concetto di passare una settimana, se non un paio, in questa graziosissima cittadina.
Il problema fondamentale é quando arriva la crucialissima domanda: "Che cosa c'é di interessante da fare/vedere/scoprire all'Ultima Thule?" Il quesito é molto imbarazzante.
Se lo pongono perfino i politici/amministratori del luogo, i quali terrorizzati all'avvicinarsi dell'Anno 2014, in cui diventeremo Capitale della Cultura Europea non si capisce per quali meriti, s'ingegnano ad inventare stravaganti e perlopiú impopolari proposte su come realizzare qualcosa che catturi l'interesse dei sudditi concittadini, ed eventualmente dei turisti (che attireremo a milioni, suppongo).
Per il momento, la risposta su cosa fare all'Ultima Thule rimane da parte mia sempre la stessa: fare shopping, e mangiare.
Su quest'ultimo punto, devo lodare l'intraprendenza mostrata negli ultimi anni dai miei compaesani, i quali han messo in piedi un numero sempre crescente di ristoranti, caffé, roulottes che vendono korv e rullpizza, chioschetti e altre soluzioni alimentari. Potete perció trovare un ristorante che fa tapas, uno greco, un altro che fa(ceva) finta di essere semi-italico (a questo proposito é interessante osservare che, sebbene molti Ultimathulesi manifestino genuino interesse per la cucina del Belpaese, non esistano ristoranti che osino proporla senza ficcarci pesanti remake scandinavi) , piú un paio di luoghi con dell'ottimo sushi. Immancabili, non dovevo neppure scriverlo, le decine di tradizionali pizzerie che vi servono frutta, bulbi puzzosi, carne e formaggio tutti insieme su base rotonda.

Ma che ne é della vera, autentica, genuina tradizione culinaria svedese?
Voi che volete sapere come si mangia veramente in Svezia, nel Norrland, che desiderate conoscere come i Veri Vikinghi preparano le loro pietanze, dove potete trovare accurate informazioni sull'argomento?

La risposta é: all'Ultima Thule. 
In particolare, in un quartiere caratterizzato da una straordinaria avanguardia architettonica, e dove pure io ho avuto l'onore di abitare, nel quale si accumulano le migliori Speranze ed il Futuro dell'élite intellettuale di queste Lande: Ålidhem.

(una pittoresca foto di repertorio del quartiere, da Wikipedia)

Se farvi tutta la strada fin qua vi pare comunque troppo, seguite allora il lapidario consiglio di Carmela, leggendaria bibliotecaria all'Istituto di Chimica patavino: "Su Internet, c'é tutto".
Ad esempio, su Internet c'é il Tubo. E sul Tubo circola uno dei migliori programmi didattici d'aggiornamento sulle Tradizioni Culinarie Svedesi, conosciuto in tutto il regno e anche oltre, visto che é redatto in inglese (cosí non avete scuse per non seguirlo). Il nome del team che si occupa delle lezioni é, mica per niente, Regular Ordinary Swedish Meal Time,  mentre lo chef in carica, al cui confronto Gordon Ramsay é una paperetta, é il Dr.Niclas Lundberg.

Vi viene mostrato, ad esempio, come iniziare bene la vostra giornata con una sana e distensiva Colazione Scandinava. Nei filmati sono anche comprese esaustive indicazioni sul bon ton da tenere a tavola casomai vi dobbiate recare all'Ultima Thule.


Dopodiché, se la ricetta del Cuoco Svedese del Muppet Show non vi avesse soddisfatto,


avete la possibilitá di capire -finalmente!- l'amorevole processo casalingo che porta all'esecuzione del piatto svedese piú amato di tutti i tempi: le Köttbullar


In quest'altro otterrete anche interessanti informazioni su come orientarsi, e sull'assortimento presente in una popolare catena di supermercati svedesi. Il negozio in questione si trova ad Ålidhem (lo so perché ogni tanto la Famiglia Mezzovikinga lo frequenta), comunque non ci sono grandi differenze con gli altri cugini sparsi sull'intero territorio svedese:


Va bene la Tradizione Svedese, ma sottosotto siete pur sempre italiani e desiderereste qualcosa che vi richiama la Buona Cucina della Mamma? vabbé, allora pigliatevi la ricetta degli spaghetti bolognese (siccome lo chef qua é persona di cultura universitaria, notate come lo spelling di spaghetti sia, incredibilmente, esatto):


naturalmente la lista non é completa. 
Altre lezioni riguardano infatti, se proprio siete curiosi, la preparazione di Carne, Pesce, altri Piatti tradizionali Svedesi tipo i pyttipanna o la smörgåstårta, addirittura un'Insalata, per concludere con uno dei piú raffinati Desserts scandinavi: la Pannkaka.
In ogni caso, le Ricette del team Ultimathulese saranno good for you.



14 comments:

lafattaturchina said...

In realtà il programma è redatto in Swenglish! ;)

gattosolitario said...

Lo stavo per scrivere io... in Swenglish :D sono grandi, un vero riassunto della cucina svedese casalinga.

Random Walk said...

le uniche cose mangiabili della cucina svedese sono i dolci

griana said...

ma questo ragazzo è un mito ^^
sarà mica suo parente? http://www.youtube.com/watch?v=CeZlih4DDNg

Morgaine le Fée said...

@fatta e gatto: avete anche ragione! :)
@RandomWalk: personalmente ho un'opinione altalenante del cibo svedese. Devo dire che molti piatti dell'Husmanskost tradizionale li trovo molto buoni, tipo la västerbottenspaj, i diversi tipi di carne e salmone affumicati, le köttbullar fatte in casa come fa mia suocera (vabbé, escludo dalla lista il surströmming). I dolci sono anche Ok, anche se ero stata viziata in Germania dall'incredibile varietá della pasticceria tedesca.
Invece secondo me é la cucina dello svedese di tutti i giorni che necessita di immediati rinnovamenti (tipo i macaroner con korv e ketchup, che son tremendi)
@griana: grazie per il video!! sto tizio é eccezionale, non sapevo mica che esistesse. Visto che all'ultima Thule ci sono un sacco di vegani dovrebbero conoscerlo in diversi (ma il tizio black metal peró non ho mica capito di dov'é).

griana said...

sono felice che ti sia piaciuto!
Si è possibile che lo conoscano: il video è diventato virale tanto che gli hanno fatto un articolo su Wired e so anche sul Times. Lui è Brian Manowitz e abita in Florida ad Orlando.
Per quanto riguarda la cucina svedese purtroppo conosco solo quella dei ristoranti stoccolmesi (no finto-italiani che li rifuggiamo come la peste) e mi piace: sicuramente molto proteica! Mi ha stupita un po' l'usanza di aromatizzare l'acqua nelle brocche con pezzi di frutta e cetrioli: mi chiedo se lo facciano solo nei posti pubblici o anche in casa.

griana said...

Ti ho recuperato l'intervista, lui è veramente un bel personaggio :) e oltretutto ha un buon gruppo (anche se il black non lo ascolto quasi più) http://www.wired.com/underwire/2011/06/vegan-black-metal-chef/
p.s. perdonami il papiro!

Morgaine le Fée said...

Griana: altro che perdonarti! questi commenti e notizie sono una boccata di aria buona, e i link vado subito a vedermeli appena possibile, grazie! :)
Da quando é nato il Mezzovikingo purtroppo sono un po' fuori da questi aggiornamenti, in quanto mi tocca farmi invece una cultura su Bamse, il castoro Castor e un po' di roba della Pixar.
Io non sono tanto sul genere death-M, vado piú che altro sul goth.
la rassegna House of Metal che hanno qui ogni febbraio é comunque molto centrata sul death, e c'é molto di interessante da vedere.

Non ho mai visto, nelle case, mettere a tavola l'acqua col cetriolo o frutta dentro. Noialtri al massimo ci ficchiamo una fetta di limone. peró l'idea mi piace.

Eilan82 said...

Hahahaha! Figuriamoci se non mettevano il ketchup negli spaghetti!!!!
TREMENDOOOOOOOOO!!!! :P:P:P

Eilan82 said...

ps. Brava che vai sul goth anche tu!!! *__*

Dulcamara said...

Noooooohhhh. Devo salvarvi da quella musicaccia metallara!!! Venite qui che è finalmente aggiornato con la Sommer Kompileschön:
http://volksmusikreich.blogspot.com/

Bella la foto di Ålidhem, bravino il fotografo, ma avrei potuto fare di peggio! Mi ricorda un bel blog scoperto da poco:
http://sadnessanddecay.blogspot.com/

Anna said...

Ma quel tizio è uno spasso!
Càpito qui per caso e saluto!
In Svezia ci sono stata tanti anni fa e anche il cibo non mi era spiaciuto...sempre meglio che in Olanda...

Morgaine le Fée said...

@Eilan: grazie per il sostegno! Purtroppo Dulcamara appena sotto ha dei gusti bizzarri in fatto di musica (mo' non mi parlerá piú) :D
Il ketchup negli spaghetti putroppo l'ha scoperto anche il Mezzovikingo: non sempre l'asilo é questo luogo cosí educativo...
Dulcamara: lo so che tu hai visto cose ben peggiori di Ålidhem, ma non vorrei degradare troppo questo quartiere agli occhi del mondo!
@Anna: benvenuta anche a te!
Che cosa ti era piaciuto in particolare della cucina svedese?

Anna said...

Ho trovato i piatti svedesi semplici e gustosi, mi piacciono il salmone e le aringhe. Forse eccedono un po' col cetriolo...Mitico il gelato di panna servito con salsa calda di more selvatiche. E' vero, i dolci sono buonissimi.
Ho assaggiato lo Smorgasbord e ho mangiato gli Smorrebrod.
Non ci potevo credere che nei locali servissero il Pittypanna fatto con gli avanzi!!!
Non ci crederai ma a Torrekulla ho mangiato la pizza buonissima (abbiamo mangiato 5 pizze in tre...)! Il tizio che teneva il locale era calabrese, ma anche a Stoccolma era buona: l'unica cosa era togliere le fette di cetriolo in salamoia da sopra...

 
63°49'LatitudineNord © 2008. Template by BloggerBuster.